agrumi - rf giardini - blog giardinaggio

TUTTI AGRUMI – dalla Sicilia vasto assortimento di agrumi in vaso

Presso il vivaio di RF Giardini di Olgiate Comasco e di Bizzarone è arrivato un vasto assortimento di agrumi in vaso direttamente dalla Sicilia.

Oltre alle note piante di limone, arancio, mandarino, cedro, pompelmo, chinotto, clementine, bergamotto, abbiamo a disposizione anche piante di agrumi molto particolari.

 

 

Kumquat  (Fortunella Margherita) e ClemKumquat (Fortunella Japonica)

Il Kumquat o Fortunella è una pianta da esterno e può resistere fino a -5 °C se viene coperto e tenuto in una posizione riparata.

Esistono due tipi di Fortunella: Margherita e Japonica. Il frutto della Fortunella Margherita è ovale e di colore giallo, mentre il frutto della Fortunella japonica è rotondo e di colore arancio.

Il frutto è commestibile ed è usato per la preparazione di marmellate e canditi, la consistenza sottile e dal gusto delicato della buccia consente di mangiare il frutto senza sbucciarlo.

 

Calamondino – mandarino nano

Il Calamondino o mandarino nano è un ibrido tra mandarino e kumquat.

Questo agrume, originario del Sud-Est asiatico, è un piccolo albero che in vaso raggiunge al massimo l’altezza di 1 metro.

Fa dei piccoli frutti arancioni dal sapore molto acido che vengono usati per la realizzazione di marmellate o canditi.

Considerato il sapore aspro e amaro dei frutti, l’utilizzo più frequente del calamondino è però come pianta d’appartamento: i frutti infatti rimangono a lungo sulla pianta.

 

Histrix Combava

L’agrume histrix combava ha questo nome a causa delle numerosissime spine che la pianta possiede, hystrix infatti in latino significa istrice.

Il suo frutto è lungo circa 3 cm e può essere sia rotondo che ovale. La buccia è molto increspata, verde acceso o verde scuro. A causa del gusto estremamente aspro non si può consumare fresco.

 

Pursha

Il Pursha è un ibrido tra limetta e chinotto.

I piccoli frutti della pursha hanno la buccia gialla ed un gusto gradevole.

La pursha è anche molto valida come pianta ornamentale per la persistenza dei suoi frutti.

 

Limone Limetta Rossa

La Limetta rossa ha frutti simili ai limoni ma di colore arancione e non molto buoni da mangiare.

La limetta però, grazie ai suoi frutti e fiori profumati e colorati, è una perfetta pianta ornamentale.

 

Mano di Buddha – Citrus medica

Il nome di questo agrume deriva da suo frutto, che non ha la solita forma sferica ma frastagliata in diverse “dita”. Ogni spicchio infatti tende a svilupparsi come unità a sé stante.

Il suo frutto è molto profumato, ha una buccia spessa e rugosa e contiene una piccola quantità di polpa acida.

La parte bianca interna del frutto non è amara ma dolciastra, così le “dita” della Mano di Buddha possono essere tagliate e utilizzate nelle insalate, con il pesce o sul gelato, soprattutto quello al limone o alla vaniglia.

 

Papuana – citrus papuana

Il Papuana è un agrume molto raro.

Il suo frutto è cilindrico, lungo 5/8 cm e stretto 1/2 cm. Il colore della buccia varia dal verde al giallo intenso, quando la sua maturazione è completa. La polpa è composta da tante singole vesciche traslucide, succose e croccanti dal sapore acidulo, un mix tra il gusto del limone e quello del pompelmo.

 

 

Australasica – Citrus reticolata australasica

Caratteristica del citrus australasica sono le piccole capsule traslucide e croccanti contenute nei  frutti che ricordano il caviale.

Il frutto, lungo e stretto e di colore rossastro, è infatti chiamato “limone caviale”.

 

Satsuma – citrus reticulata satsuma

Satsuma è la traduzione di mandarancio in giapponese, terra di cui è originario questo agrume.

Il suo frutto è di forma tondeggiante e schiacciata sopra e sotto, la buccia è di colore giallo o verde intenso.

 

Consigli per la coltivazione di agrumi in vaso

ripararli o ritirarli al chiuso nei mesi invernali;

– dare loro una posizione riparata dai venti forti, ma non dalle brezze leggere;

– fare in modo che abbiano almeno 4 o 5 ore di sole al giorno;

– fornire delle concimazioni equilibrate e specifiche;

– potarli e rinvasarli con regolarità.

Per coltivare gli agrumi in vaso bastano poche azioni.

Concimazione periodica

Esistono in commercio concimi specifici per agrumi, che vanno utilizzati periodicamente e comunque quando si nota che la pianta è in sofferenza.

Annaffiatura

Gli agrumi in vaso vanno annaffiati regolarmente e frequentemente nel periodo estivo, appena la terra diventa asciutta, mentre le annaffiature vanno diradate nel periodo invernale

Inverno

Gli agrumi nella stagione fredda vanno ritirati in locali non riscaldati e luminosi.

Potatura

Gli agrumi vanno potati solamente una volta l’ann, a fine inverno, riequilibrando la chioma e tagliando i rami secchi, dando  così possibilità all’aria ed al sole di penetrare ovunque.