Anche ad agosto il giardino richiede le nostre attenzioni.

RF Giardini rimarrà aperto tutto il mese per aiutarvi! VEDI ORARI SEDE DI BIZZARONE  VEDI ORARI SEDE DI OLGIATE COMASCO

Ecco una serie di attività per il mese id agosto:

Eliminare i fiori appassiti

E’ necessario tagliare i fiori appassiti per evitare che si trasformino in bacche. Le bacche infatti portano un indebolimento della pianta e la diminuzione della fioritura.

Il taglio del fiore appassito va eseguito tre foglie al di sotto del fiore in maniera obliqua verso l’esterno. Con un taglio di questo tipo cresceranno nuovi rami.

Potatura delle piante rampicanti

Durante l’estate le piante rampicanti si sviluppano molto. Per garantire uno sviluppo armonioso della pianta ed esteticamente piacevole è opportuno potare la pianta nel momento di maggior espansione.

Le cime dei rami più lunghi o i rami che si sono sviluppati nella direzione sbagliata possono essere tagliati senza problemi. Si può poi intervenire sui rami sovrapposti, ridistribuendoli.

Potatura delle rose rampicanti

Un cenno a parte meritano le rose rampicanti, sulle quali possiamo intervenire se non sono ancora in fioritura. Si dovranno innanzitutto togliere le foglie secche ed i rami più vecchi e legnosi, tagliandoli alla base.

Dobbiamo poi legare con cura i nuovi rami al supporto in modo che tutti ricevano luce.

È il momento, infine, di trattare le rose contro l’oidio e la ruggine.

Togliere i bulbi primaverili

Agosto è anche il momento per togliere i bulbi dei fiori primaverili.

I bulli possono essere o spostati in un altro punto del giardino oppure conservati per ripiantarli successivamente (ad ottobre, novembre). In quest’ultimo caso i bulli devono essere puliti dalla terra, riposti in una cassetta con carta di giornale o trucioli di legno. La cassetta andrà poi riposta in un ambiente riparato come una cantina.

Raccolta della lavanda

Ad agosto infine la lavanda è nel suo massimo splendore: è quindi il momento di raccoglierla.

Per far essiccare la lavanda dovremo tagliare i fiori il mattino presto, quando non si sono ancora del tutto aperti, in modo il profumo durerà più a lungo e sarà più intenso. I mazzi vanno quindi legati alla base e appesi a “testa in giù” in un luogo fresco. La lavanda sarà essiccata dopo due settimane.